Terra di Briganti: Sciascinoso Sannio DOP 2018

La mia bottiglia di Sciascinoso Sannio DOP 2018 di Terra di Briganti è pronta per la degustazione di oggi, ringrazio ancora Tony e Umberto per l’ospitalità a Casalduni.

Fine Maggio, primavera inoltrata che aspetta l’estate, leggero venticello che rinfresca questa calda domenica, ho portato la bottiglia a 15° C, temperatura ideale per questo vino che ha da esprimere il suo carattere liberamente, a temperature più alte perde la sua personalità, lo dicevano anche i nonni.

Bottiglia trasparente, l’ho ben riparata e protetta dal contatto con l’esteno, si vede il suo colore violaceo accattivante.

Etichetta di carta semplice con fondo bianco, in blu, in alto il nome del vino, il nome dell’ azienda e, a pieno nella parte centrale, un disegno di due uomini sulla sidecar.

Stile moderno, quasi da fumetto, liberale e fuori dagli schemi, come il suo contenuto, vino biologico e naturale.

Da uva di varietà autoctona Sciascinoso o Olivella ( per la forma del chicco simile all’oliva) raccolta manualmente a fine sembre per poi fermentare sulle bucce.

Pigiadiraspatura e vinificazione in rosso, fermentazione in serbatoi di acciaio per 15/20 giorni e successivamente in bottiglia. Uve da vigneti situati nella zona sannio DOC su terreni argillosi. Allevamento della vite a Guyot, circa 2500 viti a 350 m s.l.m.

Certificazioni: Biologico, Vegan e Demeter

🌺 Rosso violaceo, mi ricorda il colore della primula, profumi che cambiano ogni secondo in più che passa dall’apertura della bottiglia, i frutti di bosco e le more sono la sua prima presentazione olfattiva, quelle emozioni che senti anche al primo sorso. 12,5 % vol.

In ogni sorso di vino maggiore è la lunghezza che porta i frutti rossi alla liquirizia, la stessa sensazione che provi, quando camminando per le stradine di campagna, raccogli una mora non troppo matura e fumi un pò del tuo tabacco.

Mi ha ricordato le mie lunghe passeggiate col mio più grande amico a quattro zampe ❤

🎯 Chiedimi info e curiosità 👉 Contatti