Cantina Maranto: la mia visita a Luglio 2021

Cantina Maranto, tra i vigneti di Terzigno (Na)

L’ingresso di uno dei punti principali di Cantina Maranto, i vigneti di Piedirosso in uno degli areali più belli del territorio vesuviano. La Cantina ha sede a Nola. Ad accogliermi Antonio Giugliano e Marika Vallefuoco che insieme conducono in tutte le fasi e processi l’azienda.
Cantina Maranto è una nuova realtà situata nell’areale del Vesuvio, nel cuore del Parco Nazionale, con esposizione interna al vulcano più famoso del mondo, alle sue falde circondata dai Monti Lattari ed i Monti di Avella. Nella parte interna, dove sono situati i vigneti di piedirosso, l’inverno è mite e piovoso e l’estate calda e secca rinfrescata dall’ebrezza marina del Golfo di Napoli, qui le escursioni termiche favoriscono una viticoltura di qualità.
Antonio e Marika trasmettono energia di una passione che da anni di studio e ricerche, ma soprattutto esperienze in Francia, la culla del vino per antonomasia, e la Nuova Zelanda nuova chiave moderna vitivinicola, continuano e vogliono apportare al territorio vesuviano con la loro nuova avventura: Cantina Maranto e il loro primo trofeo, Il Millennial 🍷❤️
Il terreno è unico, simile solamente a pochi altri presenti sul nostro pianeta dove la viticoltura è fiorente: minerali come fosforo, magnesio e potassio, ceneri e lapilli del vulcano hanno reso il terreno sabbioso e quindi permeabile, le radici possono penetrare a fondo e le piante non sono minacciate da fillossera e altri parassiti. Sono quindi libere di crescere senza innesti, più longeve e robuste di altre viti.
Tutto è pronto per la degustazione del Millennial 2019, la prima annata di Cantina Maranto, e dell’anteprima della 2020. Un terrazzino al centro dell’areale vesuviano, tra i vigneti di piedirosso accarezzati dal vento, la musica della natura incontaminata del Parco Nazionale del Vesuvio, Antonio e Marika raccontano ogni piccolo particolare delle loro esperienze e legame col territorio, quello che vogliono “riqualificare” in un’ottica di qualità e autenticità. Il Millennial è il nome del loro primo trofeo, il loro piedirosso pompeiano, nome scelto per sottolineare la documentata storia millenaria della cultura del vino in questo areale e la nuova generazione che con gli strumenti e le tecnologie moderne vive quest’epoca di rilancio e cambiamento con il richiamo alle tradizioni tramandate in generazioni, una visione moderna e innovativa del passato.
OGNI ANNATA UN’EMOZIONE DIVERSA, ESPRESSIONE ORIGINALE DI OGNI ANNO VISSUTO DALLE VITI.
Il MILLENNIAL: 100% Piedirosso dai vigneti di proprietà, con viti allevate a Guyot. Fermentazione esclusivamente in vasche di cemento. L’affinamento di 13 mesi per l’80% in cemento e il 20% in barrique; in bottiglia continua per altri mesi. 🌺 Il Millennial 2019 è di un rosso rubino elegante, proprio del Piedirosso del Vesuvio, profumi di frutti rossi e ciliegie, spezie. Al palato è morbido, un velluto delicato, minerale e pulito, una lunghezza armoniosa.
Grazie Antonio e Marika per la bellissima esperienza

🎯 Chiedimi tutte le info e curiosità su Cantina Maranto